Chiamaci800 642 081
  • 0
    Il carrello è vuoto

Resilienza

Ad ognuno di noi può capitare di andare incontro a situazioni di grave difficoltà in ambito personale, familiare o lavorativo ma non sempre vi è la capacità di affrontarle a testa alta. In questi casi entra in gioco la resilienza.

Resilienza Significato

La resilienza è un termine universale e il suo significato può modificarsi in base al contesto culturale di riferimento.
In generale possiamo affermare che:

“La resilienza è la capacità di attivare le proprie risorse per reagire positivamente ad avvenimenti destabilizzanti, condizioni di vita difficili o gravi traumi.”

L’ individuo in questo modo supera la difficoltà traendone arricchimento e crescita personale.

Il termine resilienza deriva dal latino resalio che significare saltare, rimbalzare.
Fu usato per la prima volta in fisica per descrivere la capacità di un materiale di resistere ad un urto improvviso senza spezzarsi.
In ambito delle scienze umane si fa invece riferimento ad un processo dinamico di risposta a situazioni avverse con una spinta di reazione positiva. Inizialmente il fenomeno venne studiato dalla psicologa americana Emmy Werner, negli anni ’80, attraverso uno studio su 200 bambini di una piccola isola delle Hawaii destinati ad una vita difficile; scoprì che 70 di loro (quindi il 30%), senza aver beneficiato di cure specializzate, erano riusciti a realizzare una vita “piena di senso” e li denominò i resilienti. Successivamente gli studi non si concentrarono solo sull’infanzia ma si estesero all’età adulta e senile.

Perchè Essere una Persona Resiliente

La resilienza richiede di indagare la vulnerabilità, presente in ogni essere umano ed incontrare la sofferenza giungendo ad una sua accettazione con conseguente superamento.
Essa implica inoltre la capacità di adattamento e di flessibilità individuale. Proprio per queste sue caratteristiche si tratta di un processo importante poichè ci permette di affrontare le avversità della vita con una nuova prospettiva positiva. E’ impossibile evitare le situazioni di gravità (fisica, mentale) o di una grave condizione di stress ma è possibile invece trasformare tale esperienza in apprendimento, inteso come capacità di acquisire le competenze utili per trasformare positivamente la qualità della vita.
Questo ci permette anche di organizzare un percorso autonomo e soddisfacente, rendendoci resistenti.

Come Diventare una Persona Resiliente

Una condizione essenziale per poter parlare di resilienza è la presenza di un buon stato di salute prima della situazione di avversità.

Oltre a questo vi sono però alcuni fattori che possono contribuire a diventare una persona resiliente:

  • le risorse esterne fanno riferimento a fattori quali il supporto e l’integrazione sociale i quali sono molto importanti anche se spesso è difficile poter intervenire in modo diretto su di esse;
  • è più semplice invece poter lavorare sulle risorse interne, che comprendono stili cognitivi, variabili di personalità o di atteggiamento nei confronti della vita. Alcune di esse come l’ottimismo disposizionale, l’autostima e la fiducia in sè stessi sembrano favorire l’utilizzo di strategie che permettono di fronteggiare positivamente una situazione critica. L’auto-efficacia, intesa come la consapevolezza di sapere dominare alcuni nostri aspetti, e il locus of control eterno, cioè l’attribuzione delle cause a fattori esterni, agiscono in modo indiretto modificando i comportamenti e gli stili di vita.

Hardiness

Un’altra risorsa fondamentale per la resilienza è l’ hardiness intesa come l’unione di tre elementi: l’ impegno (cercare una motivazione piuttosto che rinunciare), il controllo (affrontare la situazione piuttosto che abbandonarla perché crediamo di non farcela) e il senso di sfida (trasformare gli eventi critici in opportunità di apprendimento e non vederli solo come minacce).

La resilienza può aiutarci solo a livello personale o ha anche vantaggi a livello lavorativo?

La resilienza è una capacità che non appartiene solo ai bambini o ragazzi per superare stress o traumi gravi ma si applica anche alla vita adulta in quanto permette di utilizzare l’esperienza maturata in situazioni di difficoltà per costruire il futuro. In particolar modo è possibile applicarla all’ambito lavorativo per trarne numerosi vantaggi.

In primo luogo essere persone resilienti aumenta la produttività anche quando accadono imprevisti ed ogni situazione può essere vissuta come esperienza dalla quale trarre insegnamenti da mettere in pratica in situazioni future.
Inoltre permette di prevenire lo stress o patologie, fisiche o mentali, che possono compromettere l’attività lavorativa. Anche nel caso in cui si verificasse una forte situazione di stress esso verrà affrontato dalla persona resiliente in modo sano poiché metterà in gioco le risorse personali a sua disposizione.

Grazie all’hardiness, tratto di personalità (sopra citato) che funge da fattore di protezione, si giungerà ad una maggiore soddisfazione, rispetto ad una persona non resiliente, L’aver superato la criticità in modo costruttivo darà un forte senso di appagamento, molto utile e stimolante per il lavoro.

Infine la capacità di resilienza permette all’individuo di creare un sano legame con l’ambiente lavorativo attraverso un buon rapporto con i colleghi, una buona capacità di problem solving e soprattutto il raggiungimento degli obiettivi prefissati. Si svilupperanno quindi capacità di ascolto, di conversazione, maggiore sicurezza in sé e conseguente gestione delle emozioni e dei comportamenti.

mappa mentale resilienza


Scopri il Potere delle Mappe Mentali nella Gestione Aziendale

Scarica gratuitamente la prima parte del libro per approfondire l’utilizzo delle Mappe Mentali nella gestione aziendale.

mappe mentali

primi capitoli gratis


Acquista il libro senza spese di spedizione con il pacchetto “Gift Top Manager”

Con il pacchetto “Top Manager” hai tutti i libri necessari per gestire e apprendere le corrette capacità manageriali.

libri manager

Tags: