Chiamaci800 642 081
  • 0
    Il carrello è vuoto

Metodo studio

Quando studi hai bisogno di ogni aiuto possibile. Studiare infatti costituisce un’abilità complessa e composita, che chiama in causa numerose abilità metacognitive: capaciità logico-deduttive e di comprensione, fantasia, immaginazione, memoria.
Si tratta di un mix di strategie e tecniche di fondamentale importanza che viene adattato in tempo reale durante l’apprendimento, allo scopo di personalizzarlo e di integrare i nuovi concetti con le nostre conoscenze pregresse.
E per trattenere dentro di te tutte le informazioni che apprendi dai libri, la mnemotecnica è fondamentale, in quanto essa consente di:

  • Memorizzare senza alcun limite quantitativo
  • Ricordare quanto è stato memorizzato in modo indelebile nel tempo, in quanto l’archiviazione avviene a livello della Memoria a Lungo Termine che conserva i dati acquisiti senza limiti temporali

In questo modo diventa possibile utilizzare la nostra mente ottenendo incredibili risultati.

In internet troverai un’infinità di tecniche e metodi di apprendimento rapido; ma attenzione a non confondere le metodologie di studio con le tecniche di memoria. Le metodologie di studio riguardano tutta la parte preliminare: da quando apri un libro per la prima volta fino alla completa acquisizione delle informazioni.
Molti confondono le metodologie di studio con le tecniche di memoria, mentre in realtà queste riguardano l’approccio che viene utilizzato nei confronti del libro che vogliamo apprendere.
Saranno poi le tecniche di memoria, a farti rimanere in testa ciò che avrai imparato.
Si tratta di un’attivazione della memoria che ti consentirà di utilizzare in modo fluido e dinamico tutta la conoscenza che andrai ad acquisire. In pratica potrai rispondere a qualsiasi tipo di domanda, individuando all’istante i concetti di cui hai bisogno e combinarli in modo ottimale per ottenere la migliore risposta possibile. Ognuno di noi sa bene per esperienza diretta che le domande più difficili sono quelle in cui ci viene richiesto di fare collegamenti tra concetti esposti sul testo in modo non sequenziale; in pratica concetti che vengono trattati in paragrafi, capitoli od addirittura libri diversi.
Con l’utilizzo della mnemotecnica, questa esigenza sarà ottimizzata; le informazioni emergeranno con straordinaria facilità, velocità ed assoluta precisione, in modo tale da poter essere combinate con quella sicurezza che dimostra una totale padronanza della materia oggetto di studio.

Apprendimento e memorizzazione devono andare sempre di pari passo: memorizzare senza aver capito è inutile, così come è inutile capire e poi dimenticare.

L’apprendimento passa attraverso 3 momenti fondamentali:

  1. Acquisizione dei concetti
  2. Comprensione
  3. Memorizzazione

Il metodo di studio va ad approfondire questi punti:

  • pianificare i tempi di studio e di riposo in modo da avere sempre un alto rendimento mentale
  • scegliere il tipo di lettura specifica in base al tipo di testo (può essere tutto di seguito, capitolo per capitolo, paragrafo per paragrafo, lettura generale o scremante, critica o dettagliata)
  • selezionare i concetti chiave da ricordare
  • estrapolare le parole chiave capaci di evocare quei concetti
  • importare queste informazioni nella memoria a lungo termine

A fronte degli elementi che compongono il metodo di studio, l’obiettivo finale dell’apprendimento è rappresentato dalla memorizzazione a lungo termine di tutti i concetti, perfettamente strutturati in modo gerarchico.

Questa fase dell’apprendimento richiede la messa in opera delle tecniche di memoria, adattabili ad ogni contesto applicativo, frutto di un perfetto connubio di tradizione ed evoluzione tecnica, che trova conferma a livello scientifico, sulla base di numerosi studi di neurofisiologia, che evidenziano il ruolo della mnemotecnica nell’attivazione contemporanea di diverse aree cerebrali, consentendo un perfetto equilibrio funzionale tra i due emisferi del cervello.

Da questa evidenza medico scientifica, deriva in modo diretto la possibilità di utilizzare il 100% delle proprie capacità di memoria grazie all’impiego della mnemotecnica, mentre in sua assenza la percentuale è limitata al 5-10%.
Ciò può essere facilmente ottenuto considerando che una corretta memorizzazione ha bisogno di tre ingredienti fondamentali:

  1. Immagini mentali
  2. Associazioni
  3. Emozioni

In pratica la mente umana per memorizzare in modo straordinariamente efficace, necessità di un elevato grado di concretizzazione dei concetti, spesso astratti e lontani dalla nostra dimensione sensibile, attraverso le immagini mentali che al contrario consentano di rappresentare i concetti come se li avessimo davanti ai nostri occhi, potessimo toccarli e percepirli attraverso i 5 sensi.

Si tratta di un vero e proprio modus cogitandi; il pensare per immagini,

che riduce il carico mentale di ciascun concetto, grazie ad una iper attivazione delle sinapsi.
La successiva interazione tra le immagini mentali, esalta il meccanismo fisiologico di associazione che normalmente il cervello svolge a livello inconscio, quindi al di sotto del nostro livello di percezione.
Nel caso invece dell’impiego della mnemotecnica, il processo avviene a livello conscio, quindi avremo a disposizione il perfetto controllo dei dati in fase di input, potendo decidere che cosa debba essere memorizzato, proprio come accade archiviando i dati su di un computer.
Chiameremo i concetti in fase di input, parole chiave, che sono di fatto i concetti più importanti del testo da cui dipende l’intera struttura e gerarchia logica e che possiedono quindi elevate potenzialità evocative.

Dal punto di vista tecnico, le parole chiave saranno trasformate in immagini mentali.

Le più concrete possibili e quindi combinate creando scenette associative di tipo P.A.V. acronimo che identifica i termini Paradosso, Azione, Vivido. Grazie a queste caratteristiche tecniche, si verrà a determinare un profondo coinvolgimento emotivo, che costituisce il vero e proprio responsabile della fissazione dei ricordi.

L’emozione aprirà quindi le porte della Memoria a Lungo Termine, raramente accessibile in altra modalità possiede dimensioni e capienza infinita ed è in grado di garantire la possibilità di ricordare in modo indelebile nel tempo.
Per ottimizzare l’apprendimento, la mnemotecnica insegna quindi a collocare le immagini associate in modalità P.A.V. nell’ambito di qualsiasi percorso mentale ben conosciuto, in modo tale da poter memorizzare in modo sequenziale e continuo nel tempo.
Studiare applicando la mnemotecnica sarà fonte di inesauribile gioia e divertimento, con cui trasformare l’apprendimento in un atto creativo e personalizzato, un’abitudine meravigliosa sotto ogni punto di vista e di cui non potremo più fare a meno…

Potresti essere interessato a…

MemoKid Camp

Acconto: 1.000,00 IVA inclusa