Chiamaci800 642 081
  • 0
    Il carrello è vuoto

Sto studiando le tecniche di memoria di Matteo Salvo. Vorrei un’indicazione, per quanto riguarda l’apprendimento del nome delle strade in città. Io abito a Firenze, ho acquistato un libro che ha suddiviso la città, suggerendo degli itinerari urbani. Vorrei sapere, quale tecnica usare per memorizzare le vie. Se mi potreste dare delle indicazioni, sarei la persona più felice di questo mondo!

Ciao Daniela e grazie per la tua domanda.

Quello che mi chiedi è un argomento molto particolare ed è per questo che non l’ho mai trattato nei miei libri. Sicuramente è una domanda molto interessante e rappresenta un problema per molti.

Per memorizzare i nomi delle vie innanzitutto dobbiamo suddividere il problema in due possibili situazioni.

 1) Conosco personalmente la via perché ci sono passato, conosco qualche negozio oppure qualche monumento che si trova su questa? In questo caso allora ci basta collegare il nome della via a quel monumento, bar o quello che ho preso come riferimento. Può essere anche la casa di un amico. Per collegare il nome della via al punto che ho preso come riferimento creo un’associazione paradossale tra queste due.

Facciamo un esempio, se in via Giuseppe Verdi so che c’è un bar dove una sera ho preso l’aperitivo con una persona prenderò quello come riferimento.  Il bar sicuramente è molto più semplice da ricordare perché l’ho vissuto con i miei cinque sensi e ho vissuto un’esperienza in prima persona. Il nome della via è molto più difficile da ricordare perché è un’informazione più razionale che non coinvolge la mia emotività. È per questo che molte volte capita di chiedere dov’è via Verdi? E il nostro amico che ci vuole aiutare ci dice qualcosa come “è là vicino a casa di tizio” piuttosto che “è dove abbiamo visto quell’incidente in moto”. Si ricorda meglio qualche esperienza che abbiamo vissuto personalmente ed emotivamente in quella via che non il nome della via.

A questo punto diventa semplicissimo poter ricordare anche il nome della via. Ci basta immaginare ad esempio il bar preso in questione con dentro Giuseppe Verdi che suona oppure che dentro ci siano solo camerieri verdi tipo l’incredibile Hulk o dei cocktails di colore verde. Questo è il primo caso.

 Aperitivo_verde

2) un’altra situazione invece è quella che si presenta quando vogliamo memorizzare dei nomi di vie dove non siamo mai stati e di cui non conosciamo nulla. È l’esempio di un taxista che si è appena avventurato in questa nuova professione.

In questo caso l’approccio è completamente diverso in quanto non abbiamo alcun riferimento preciso. Posso stabilire un criterio con il quale memorizzare le vie osservando semplicemente una piantina della città (che può essere o per importanza oppure per quartieri).

Se ad esempio decidessi di voler memorizzare tutte le vie di un quartiere posso iniziare a guardare la cartina del quartiere e scegliere l’ordine con il quale memorizzare le vie. Successivamente utilizzo la tecnica dei loci ciceroniani per memorizzarle nell’esatta sequenza che ho scelto. In questo modo saprò che la 10ª via è ad esempio Via Manzoni e se mi chiedessero dove si trova, saprei subito collocarla in quella zona precisa: sarà molto più semplice da raggiungere.

Spero di esserti stato utile, ti auguro una buona memorizzazione.

 Un caro saluto,
Matteo