Chiamaci800 642 081
  • 0
    Il carrello è vuoto

Come ripassare e memorizzare a lungo Termine

Ciao Matteo, sto leggendo il tuo straordinario libro, “Studiare è un gioco da ragazzi” e vorrei comprendere come organizzare al meglio i ripassi per la memorizzazione a lungo termine. Grazie per i tuoi consigli settimanali.

Cara Marianna,
grazie per la tua domanda sicuramente utile per molti utenti.

A cosa servono i ripassi e come vanno fatti per farli bene?
Questo tipo di ripasso a scadenza viene spesso trascurato ma è di fondamentale importanza per:

1) interiorizzare le informazioni sul lungo termine

2) per fare in modo che il tuo ricordo sia sempre fresco e ben chiaro

I benefici dati da questi due punti sono importantissimi per la serenità e l’equilibrio interiore. Infatti molti vivono costantemente in ansia e frustrazione perché studiano le cose ma dopo le dimenticano.
La domanda che mi viene fatta più spesso è: “dopo che ho finito di studiare esco e torno dopo tre ore, come faccio a fare il ripasso dopo un’ora?”.

State tranquilli, non c’è una normativa UNI Iso che certifica che il ricordo svanisce dopo un’ora… se non puoi farlo subito nessun problema, lo puoi fare alla sera oppure appena rientri ma la cosa che mi preme di più sottolineare è che in realtà questo tipo di ripasso richiede pochissimo tempo e si può fare anche mentre si è in macchina o per strada.

Infatti dobbiamo semplicemente ripercorrere mentalmente o la nostra mappa mentale o le associazioni di immagini che abbiamo fatto per memorizzare vocaboli stranieri, date, formule e tutto quello che ci serve. Se qualcosa non ci viene in mente all’istante allora possiamo rafforzare l’associazione di immagini verificando quale tra i tre ingredienti “paradosso, azione, vivido” è da rafforzare oppure aggiungere delle immagini più colorate e sorprendenti alla nostra mappa.

Immagine_contributo

Tornando alla metafora del prato e del sentiero il P.A.V. e la mappa mentale rappresentano la ruspa mentre i ripassi progressivi rappresentano l’asfaltatrice.

Se li facciamo nei momenti giusti risparmieremo molto tempo perché avremo sempre fresche quelle informazioni. La maggior parte degli studenti invece, una volta che si è stati interrogati, lascia quegli argomenti nel dimenticatoio e quando giunge il momento di riprendere in mano perché l’insegnante interroga anche su argomenti passati, si rende conto che non deve fare un ripasso bensì un ristudio. Sarebbe come dire che oltre ad aver costruito un sentiero impiegando molto tempo perché anziché una ruspa potente hanno utilizzato solo i loro piedi, dopo che lo hanno costruito non lo utilizzano più e questo fa sì che quando ci ritornano sopra ormai sia ricresciuto un bosco.

Spero di averti chiarito questo aspetto così importante.

Un caro saluto

Matteo

Tags:

Potresti essere interessato a…

libri memoria salvo

Gift Memory

198,70 144,53