Metodologie Didattiche Innovative Scuola - Matteo Salvo
Blog

5 Metodologie Didattiche Innovative

Area di studio

Indice Articolo

L’impiego di metodologie didattiche innovative, che vadano oltre la tradizionale lezione frontale in aula, è sempre più necessario al fine di stimolare un coinvolgimento attivo e motivante da parte degli studenti. 

Vediamo quali sono le cinque strategie didattiche di cui al giorno d’oggi non si dovrebbe fare a meno.

E-learning

Metodologia didattica relativamente recente per la realtà italiana, l’e-learning consiste nella possibilità di intraprendere percorsi formativi e pratiche educative attraverso l’uso delle più avanzate tecnologie digitali, eliminando il vincolo imposto dalla vicinanza geografica e dalla compresenza fisica in aula di docenti e alunni.

Il connubio vincente tra tecnologie di rete e formazione a distanza ha dato vita all’e-learning, che comprende tutte quelle modalità didattiche e formative che si avvalgono dell’uso di internet, dei sistemi di comunicazione multimediale e delle reti telematiche.

Con una buona organizzazione e gli insegnanti giusti, la teledidattica è efficace, completa e approfondita quanto l’apprendimento tradizionale in aula, se non di più. 

Se sei interessatto puoi visualizzare tutti i nostri Videocorsi

Role playing 

Il role playing consiste nella simulazione a scopi formativi di situazioni nuove e non gestibili con le consuete modalità già apprese e conosciute. Si tratta di una tecnica volta a indagare i comportamenti degli alunni nelle relazioni interpersonali in determinate situazioni, per scoprire come possono reagire.

In una sessione di role playing, l’insegnante assegna a due o più alunni un determinato ruolo, e ci si aspetta che gli stessi agiscano come pensano che si comporterebbero davvero se si trovassero in tali circostanze.

La tecnica del role playing mira a far acquisire la capacità di calarsi in una specifica parte, comprendere ciò che la stessa richiede e fare fronte alle varie esigenze che si incontrano nella gestione di tale situazione.

Brainstorming

Modalità didattica di apprendimento collaborativo presa in prestito dal settore business, il brainstorming è un metodo in cui soluzioni, scelte e decisioni sono prese mediante sedute intensive di confronto e dibattito tra i partecipanti.

Una sessione di brainstorming è uno strumento utile per generare idee fattive e trovare soluzioni a determinate problematiche, consentendo al contempo di implementare e ampliare le capacità degli studenti di esprimersi e pensare in modo critico.

Con questa tecnica, gli studenti vengono coinvolti attivamente nelle sessioni, si sentono legittimati e motivati a esprimere le proprie idee, conoscenze, pensieri e proposte, agevolando il processo di apprendimento e migliorando la collaborazione e il rispetto tra i compagni.

Nel brainstorming non ci sono risposte giuste o sbagliate. Le sessioni rappresentano per gli studenti un’opportunità in cui esprimersi liberamente, senza timore di fallire o di essere criticati o giudicati. L’insegnante, infatti, è tenuto a coordinare le sessioni, astenendosi però dal formulare commenti e valutazioni sulle idee che emergono nel corso della discussione.

Problem solving

Il termine inglese problem solving si riferisce ai processi cognitivi messi in atto per esaminare una determinata situazione e trovare un’adeguata soluzione.
Leggendo le offerte di lavoro, noterai che la capacità di problem solving è considerata una delle più importanti soft skill.

Nell’ambito della didattica, il problem solving può essere definito come un approccio educativo volto allo sviluppo di strategie e abilità di soluzione di problemi su tre diversi livelli, quali:

  • operativo;
  • comportamentale;
  • psicologico.

Il problem solving stimola gli studenti a mettere in atto uno sforzo creativo volto a individuare strategie e soluzioni in grado di risolvere determinate questioni, procedendo per tentativi, seguendo l’intuito o mettendo in pratica lezioni già apprese in passato.

Cooperative Learning

Il termine Cooperative Learning significa letteralmente “Apprendimento Cooperativo”.

Consiste in un metodo didattico specifico nel quale gli studenti vengono suddivisi in piccoli gruppi e si favorisce l’apprendimento attraverso l’aiuto reciproco.

Learning by doing

Il cosiddetto learning by doing è una forma di apprendimento in cui, come si evince dal nome, si impara facendo. Questa tecnica incoraggia a sperimentare, osservare, testare, analizzare e realizzare azioni pratiche basandosi su nozioni teoriche.
Si tratta di una strategia didattica che, nella sua semplicità, aiuta a comprendere efficacemente i concetti, le nozioni e i meccanismi, oltre a memorizzarli.

Libro Metodo di Studio

Scarica gratuitamente la prima parte del libro inserendo la tua email

E-mail[email protected]

Numero di telefono+39 011 7807260

Torna su