Chiamaci800 642 081
  • 0
    Il carrello è vuoto

MemoFamily Camp

Vorresti aiutare meglio i tuoi figli nell’applicazione delle tecniche che hanno imparato al MemoCamp?

I loro risultati dipendono anche dal supporto che ricevono a casa.

Se stai cercando strumenti concreti che ti permettano di fornire un valido sostegno, abbiamo una grande notizia per te!


Il corso di apprendimento riservato alle famiglie dei ragazzi che hanno partecipato al MemoCamp!

Non so se anche tu eri presente a uno di quei briefing in cui qualche genitore chiedeva: “Ma per noi non fai nulla?”. Mi trovavo sempre a dover rispondere che no, non eravamo preparati per poter strutturare un corso per le famiglie che garantisse un reale valore.

Oggi, però, le cose sono cambiate: abbiamo dato vita ad un nuovo percorso che sarà in grado di soddisfare anche i genitori più esigenti.

MemoFamily Camp si pone come obiettivo quello di far vivere ai ragazzi la scuola con armonia, fornire loro tutti gli strumenti necessari e aiutarli a percepire la famiglia come un ambiente di crescita e sviluppo.


Spesso purtroppo la scuola diventa per i genitori motivo di preoccupazioni, che si riversano sulla relazione con i figli. Si tratta di una vera e propria occasione sprecata: la scuola dovrebbe essere per i ragazzi un luogo di formazione ma anche un banco di prova per affrontare il mondo, e i genitori dovrebbero giocare un ruolo fondamentale al fianco degli insegnanti.


Quando da ragazzo tornavo a casa con un brutto voto, la mia preoccupazione non era tanto la valutazione in sé, ma il momento in cui avrei dovuto dirlo a mia madre e a mio padre: sapevo che ci sarebbero rimasti male e, probabilmente, mi sarebbe toccata una punizione.

Mi dispiace dirlo, ma ammetto che per me la scuola è sempre stata fonte di preoccupazione e ansia. Per anni sono andato avanti pensando che quelle sensazioni negative fossero il prezzo da pagare per poi poter avere tre mesi d’estate tutti dedicati al divertimento!

Purtroppo però, quando le tanto attese vacanze arrivavano io non riuscivo mai davvero a godermele. I motivi erano principalmente due:

 

  • la quantità incredibile di compiti che non avevo affatto voglia di fare;

 

  • il continuo “rimandare” che inquinava la spensieratezza del mio tempo libero.

 

Non riuscivo ad immaginare quando avrei trovato il tempo e la voglia di svolgere tutti i compiti che mi erano stati assegnati, e l’idea di tornare sui banchi prima dei miei compagni mi avviliva.

Come avrei potuto godermi appieno la magia dell’estate afflitto da questo genere di preoccupazioni?

I temi, poi, erano il mio incubo peggiore. La scrittura non era proprio cosa per me: non ci ero assolutamente portato, o almeno questo era ciò di cui ormai ero convinto. Al momento di svolgere la traccia non sapevo mai da che parte iniziare. Gli insegnanti mi dicevano di “fare il tema”, ma l’assenza di regole precise su come svilupparlo mi mandava in confusione. Come conseguenza, mi sforzavo di riempire le pagine, una riga dopo l’altra: sapevo solo che avrei dovuto rispettare una certa lunghezza e quindi

scrivevo il più grande possibile.

Nonostante i miei sforzi, però, non mi sono liberato di questa mia incapacità neppure al liceo. Non a caso il voto più alto che sono riuscito a prendere in cinque anni è stato 6- alla maturità! A parte in quel caso, le mie valutazioni si aggiravano sempre intorno al 5.

Solo in seguito ho capito che, come per molte altre cose, il vero limite era dato dal metodo.

La scuola è esattamente come lo sport: se si impara fin dall’inizio ad affrontare le cose nel modo giusto, dopo diventerà tutto più semplice.

L’obiettivo del MemoFamily Camp è quello di far sì che i vostri figli possano affrontare la scuola con la tranquillità che meritano, in modo da rafforzare la propria autostima. I nostri corsi li aiuteranno a:

 

  • percepire l’impegno scolastico serenamente, senza associare ad esso emozioni negative;

 

  • percepire i genitori come figure presenti, in grado di affrontare il percorso insieme a loro.

Alcuni genitori ricordano ancora le grosse difficoltà che loro stessi hanno incontrato quando andavano a scuola, e vorrebbero evitare che i figli ripetessero questa brutta esperienza.


Purtroppo però, sentono di non avere gli strumenti adatti per cambiare le cose.

E qui entra in gioco il MemoFamily Camp!

Il corso nasce in seguito a due grandi obiettivi. Il primo è quello di soddisfare la richiesta dei genitori di partecipare ad un’esperienza formativa insieme ai propri figli. Il secondo, invece, è permettere a chi aveva iscritto i ragazzi al MemoCamp e aveva partecipato separatamente al corso di memoria, di consolidare e condividere un percorso e di divertirsi nell’applicare insieme le tecniche imparate.

In questo modo anche i genitori avrebbero potuto applicare il metodo del corso nella loro vita da adulti, cosa che certamente avrebbe costituito per loro un grande valore: anche se gli impegni scolastici sono terminati, moltissimi lavori (se non tutti!) trarrebbero benefici enormi dall’impiego delle tecniche di memorizzazione e apprendimento rapido insegnate.


Così ha preso sempre più forma nella mia mente un corso per genitori e figli, che permettesse loro di vivere lo studio ed il miglioramento personale in modo partecipato e condiviso.

MemoFamily Camp un percorso unico, mai sviluppato prima.

Durante il Camp verrano affrontate diverse tematiche, alcune rivolte ai genitori e altre ai figli, in quanto le necessità sono differenti per ciascuno.

 

Determinati argomenti saranno rivolti solo ed esclusivamente ai genitori. Vediamo quali sono:

 

  • le mappe mentali. Ideate dallo psicologo Tony Buzan alla fine degli anni Settanta, le mappe mentali sono una rappresentazione grafica del nostro pensiero  che stimola la memoria e l’apprendimento. Forniscono alla mente un supporto determinante per trattenere semplici nozioni e concetti complessi collegandoli in uno sfondo di integrazione in modo creativo, personalizzato e divertente. Sono contraddistinte da elementi come parole chiave, rami curvi, immagini, colori e collegamenti. Non servono solo ad assimilare e immagazzinare informazioni, ma anche a utilizzarle attivamente. Attenzione: non si tratta di semplici “mappe concettuali”. Le mappe mentali sono del tutto differenti rispetto alle tradizionali tecniche per prendere appunti poiché si basano sul funzionamento neurofisiologico della mente, e infatti il loro obiettivo è creare un dialogo armonioso tra la parte analitica e quella artistica del cervello. Per questa ragione sono usate per studiare e apprendere più velocemente e al contempo per stimolare al massimo la creatività;
  • il metodo di studio. Praticare lo studio in maniera efficiente richiede un’abilità complessa che chiama in causa numerose competenze metacognitive: capacità logico-deduttive e di comprensione, fantasia, immaginazione, memoria. Ognuna di queste facoltà è cruciale per un apprendimento costruttivo; esse vengono adattate in tempo reale durante l’apprendimento al fine di personalizzarlo e di integrare i nuovi concetti con le conoscenze pregresse. Per trattenere dentro di voi tutte le informazioni che acquisirete dai libri è fondamentale apprendere l’utilizzo della mnemotecnica, in quanto essa consente di memorizzare senza alcun limite quantitativo e di trattenere le informazioni nella memoria a lungo termine. Imparerete diverse tecniche di memorizzazione che vi permetteranno di utilizzare appieno le vostre facoltà mnemoniche, che normalmente vengono impiegate solo per il 5-10%! Non solo: il metodo vi renderà in grado di reperire con rapidità le informazioni che avete immagazzinato, in modo che possiate usarle nell’esatto momento in cui vi servono;
  • la comunicazione genitorifigli. Nessuno può dare amore e comprensione ai suoi bambini come può farlo un genitore, ma a volte i figli hanno bisogno di un supporto differente, soprattutto nell’ambito scolastico. Acquisirete le competenze necessarie ad affiancare i vostri figli nel loro percorso di sviluppo, perché condividerete le stesse tecniche di apprendimento e potrete esercitarvi insieme. Questo vi permetterà di imparare da loro, così come loro imparano da voi;
  • l’analisi delle cose che aiutano e quelle che penalizzano l’apprendimento. È importante che non diate indicazioni contrastanti alle tecniche che i vostri figli hanno imparato ad applicare: lavorando insieme a loro sulla stessa lunghezza d’onda si raggiunge il massimo del risultato e anche più di quanto avrebbero ottenuto da soli. Inoltre è utilissimo che li aiutiate a impiegare a dovere i nostri metodi per rispondere positivamente alle esigenze scolastiche;
  • gli strumenti per supportare i figli nei momenti più impegnativi. Esistono modi corretti e meno corretti di farlo. Molti genitori si sono sentiti spaesati o addirittura impotenti di fronte ad alcune difficoltà: pensate a un bambino che, dopo aver preso un brutto voto, è bloccato tra il dispiacere personale e quello che proverà nel comunicarlo ai suoi genitori. Vi verranno presentate alcune buone norme da rispettare, ma l’obiettivo sarà quello di trovare il modo perfetto di supportare vostro figlio nel modo in cui lui ne ha bisogno;
  • come relazionarsi con gli insegnanti. Non bisogna mai dimenticare che, nonostante le occasionali incomprensioni, i docenti sono alleati che hanno come obiettivo ultimo l’educazione dei vostri figli. I loro metodi molto probabilmente saranno diversi da quelli che voi e i vostri bambini imparerete ad applicare, più “classici” e legati all’insegnamento tradizionale. Niente paura: vi spiegheremo come integrare armoniosamente le loro richieste alle tecniche avanzate che scoprirete nel MemoFamily Camp.

Altri argomenti saranno rivolti solo ed esclusivamente ai figli. Conoscendo già le tecniche, i ragazzi verranno suddivisi in base alle tematiche che desiderano migliorare e sulle quali vogliono ricevere approfondimenti. Il loro piano di apprendimento quindi sarà sviluppato a partire dai loro reali interessi e dalle loro necessità specifiche.

Gli argomenti saranno:

  • le varie fasi del metodo di studio: acquisizione, comprensione e memorizzazione;
  • come diventare più veloci nel fare le mappe mentali. Questo li porterà ad aumentare esponenzialmente le loro capacità di apprendimento e renderà sempre più semplice e naturale il processo di studio. Naturalmente, i risultati scolastici miglioreranno di pari passo e le loro basi per affrontare gli impegni futuri si faranno via via più solide e affidabili;
  • come usare al meglio le tecniche di memoria. Certo, loro le avranno già apprese durante il MemoCamp, ma potranno migliorare il loro impiego e renderle ancora più efficaci;
  • come comunicare in modo efficiente alla cattedra. Quante volte abbiamo detto o sentito dire che quello che conta è la prima impressione che si fa agli insegnanti, o comunque la sicurezza e la disinvoltura nell’esposizione? C’è un mondo di differenza tra un allievo che si esprime in modo fluido e deciso e un altro che invece si blocca, “mangia” le parole o costella il suo discorso di suoni non verbali. Non immaginate quanto spesso aspetti di questo genere influenzano il voto finale e tramite quello la resa degli studenti! I vostri figli impareranno a non avere paura dei docenti e ad avvicinarsi alla cattedra con una serenità derivata dalla loro preparazione;
  • come imparare a gestire l’emotività nei momenti di tensione. Parlare di gestione dell’emotività è particolarmente importante, perché se riuscissimo a gestire le emozioni in modo da vivere un’esperienza al meglio delle possibilità i risultati sarebbero sicuramente superiori. Non c’è un copione standard per tutti gli allievi: molti di loro di fronte alla stessa situazione vivono emozioni diverse. Ma sono davvero le emozioni che vorrebbero provare per esprimere il meglio di se stessi, oppure sono emozioni incontrollabili che prendono il sopravvento e a volte fanno fare scena muta o gettare la spugna perché non si sentono all’altezza della situazione? Non è la situazione in    che provoca tensione o stress, ma  il significato che si attribuisce a quell’esperienza. Immaginate ad esempio come sarebbe diverso se affrontassero test e interrogazioni con lo stesso spirito con il quale affrontano le attività che più gli piacciono. Tutto questo si può ottenere insegnando alla loro mente a pensare in modo utile ed efficace.

Altri argomenti ancora saranno rivolti ad entrambi.

Questi temi riguarderanno l’aspetto della comunicazione tra genitori e figli: nello specifico, capiremo come riuscire a relazionarsi al meglio per poter supportare i ragazzi lungo il loro percorso. I figli diventeranno parte attiva di questo processo, perché apprenderanno insieme ai propri genitori: ciò li renderà naturalmente ricettivi alla nuova impostazione e permetterà ad entrambi di replicare quanto appreso a casa, con maggiore

semplicità.

Durante il MemoCamp Family, ogni argomento sarà affrontato da docenti iper-specializzati nei relativi campi di riferimento. Si tratta di professionisti dotati di eccezionali competenze sulle tecniche di memoria e sui disturbi specifici dell’apprendimento, che hanno fatto del loro lavoro una vera e propria missione: aiutare gli studenti a superare le difficoltà e trovare le chiavi per sbloccare le loro reali potenzialità, nella consapevolezza che ogni allievo è un caso a sé, e presenta specifiche necessità individuali.

Corsi per genitori:

– mappe mentali:                                                    Matteo Salvo;

– metodo di studio:                                                    Matteo Salvo;

– comunicazione genitori-figli:

– come supportarlo nei momenti difficili:

– come relazionarsi con gli insegnanti:                 Alice Cravero

Corsi per i figli:

– mappe mentali:                                                      Federica Festa;

– metodo di studio:                                                    Eleonora Mangili;

– tecniche di memoria:                                               Cristina Moncalvo;

– gestione emotività:
Federica Festa

MemoCamp Family non sarà solamente un corso finalizzato al raggiungimento di risultati. Per rendere questa esperienza davvero speciale, abbiamo pensato di introdurre diversi elementi che valorizzeranno esponenzialmente il nostro tempo insieme:

 

  • I figli potranno divertirsi grazie alle numerose opportunità di svago concesse dalla struttura che ospita il Camp. A loro saranno dedicati ampi spazi per il gioco e il confronto. Ma non finisce qui! Essendo infatti il MemoFamily Camp un corso rivolto unicamente alle famiglie che hanno già partecipato al MemoCamp, probabilmente ci sarà anche modo di incontrare alcuni dei compagni del corso precedente;
  • I genitori avranno la possibilità di trascorrere un intero weekend in famiglia, all’insegna del divertimento e del relax, godendosi una serie di momenti a loro riservati.

 

Per divertirsi insieme, sabato sera ci sarà una sorpresa da condivedere, occasione che permetterà a genitori e figli di trascorrere gioiosi momenti di interazione.

La maggior parte dei genitori che iscrivono i figli al MemoCamp hanno per comune denominatore la passione per la crescita personale e il miglioramento. Molti sono imprenditori e liberi professionisti che, dopo essersi incontrati, hanno iniziato a collaborare ad un qualche progetto. Proprio per questo all’interno del MemoCamp Family ci sarà uno spazio riservato agli adulti: un momento dedicato al networking e allo sviluppo del proprio business.


Ogni genitore avrà tre minuti per presentare se stesso e il proprio lavoro: così facendo, chi dovesse essere interessato ad una collaborazione potrà farsi avanti per discuterne privatamente.

Tutta l’attività verrà coordinata da un moderatore.

Alla fine dell’evento di networking, ogni genitore riceverà un catalogo con la presentazione di tutti i partecipanti, comprendente i vari indirizzi di contatto.

MemoCamp sarà un’occasione per prendersi cura della vostra carriera sotto ogni punto di vista.


Sarà quindi fondamentale munirsi di biglietti da visita!

Essendo un forte sostenitore del “lavoro di gruppo” (il quale permette di dividere gli sforzi e di moltiplicare i risultati) da diversi anni sto lavorando ad un progetto molto grande. Io ed il mio team stiamo creando una piattaforma sulla quale saranno caricate le mappe mentali di tutti gli argomenti che vengono studiati per ogni materia in ogni classe. Come puoi intuire, si tratta di un obiettivo mastodontico, una soluzione grandiosa che semplificherebbe la vita a tutti gli studenti e comporterebbe una vera e propria rivoluzione nel mondo dell’apprendimento. Vorrei che questo progetto fosse operativo a settembre dell’anno prossimo, quindi tutti gli allievi che decideranno di aderirvi avranno l’accesso a questa piattaforma gratuitamente.

Come si fa ad aderire?

Gli allievi dovranno semplicemente inviare le loro mappe di ogni singolo argomento fatte secondo i criteri che noi stabiliremo.

Una volta attivo, il progetto porterà agli studenti un duplice beneficio:

  • usufruire delle mappe mentali degli altri allievi e condividere la loro capacità di creare contenuti memorizzabili;
  • essere incentivati a studiare meglio per fare bene le mappe mentali, in quanto le loro stesse mappe saranno uno strumento di aiuto per altri ragazzi.


Il miglioramento dei voti sarà una diretta conseguenza, e gli allievi impareranno cosa significa fare parte di una comunità di studio, comunità alla quale avranno dato il loro apporto unico e personale.

Da venerdì 30 marzo a lunedì 02 aprile nel periodo di Pasqua, presso il Villaggio della Salute Più di Monterenzio (BO).

Da venerdì 30 marzo a lunedì 02 aprile nel periodo di Pasqua, presso il Villaggio della Salute Più di Monterenzio (BO).

Sarai sicuramente a conoscenza del valore e dello standard dei nostri corsi. Il nostro obiettivo è fornire un aiuto concreto alle famiglie, per questo studiamo soluzioni mirate a soddisfare le loro richieste.

Due partecipanti -> 2.190,00 Euro IVA inclusa Tre partecipanti -> 2.490,00 Euro IVA inclusa Quattro partecipanti -> 2.790,00 Euro IVA inclusa

Nel costo sono compresi:

  • Attività di formazione in aula, da parte di Matteo Salvo e formatori a supporto, per genitori e figli
  • Materiali didattici dedicati alla formazione
  • Vitto e alloggio per le giornate previste (check in il 30 marzo 2018 e check out il 2 aprile 2018)
  • Accesso alle Terme
  • Accesso ai servizi della struttura (palestra, piscine esterne riscaldate, ecc..)

Il pagamento avviene attraverso le tre transazioni così composte:

  • Acconto blocco posizione alla registrazione: di 190,00 Euro (per due partecipanti), di 490,00 Euro (per tre partecipanti) e di 790,00 Euro (per quattro partecipanti)
  • Saldo parziale un mese prima del corso: di 1.000,00 Euro per due, tre e quattro partecipanti
  • Saldo finale due settimane prima del corso: di 1.000,00 Euro per due, tre e quattro partecipanti

 

Se effettui soluzione unica di pagamento alla registrazione hai diritto ad uno sconto di 150,00 Euro.

Per avere maggiori informazioni sui costi o richiedere di opzionare senza impegno la propria posizione al MemoFamily Camp, clicca qui sotto e compila in modulo di contatto o scrivi alla mail info@matteosalvo.com:

Se invece non hai domande e ti vuoi iscrivere direttamente ti basta cliccare sul pulsante sotto e seguire i passaggi

bottoneacquista

 

ATTENZIONE: il corso è a numero chiuso