Chiamaci800 642 081
  • 0
    Il carrello è vuoto

Esempi Mappe Mentali Storia

 

Ciao Matteo, sono Edo del MemoJunior Camp. Ti invio la mappa mentale creata da me per l’argomento relativo a Napoleone. Spero stiano andando bene i Campus e ti ringrazio per quello che mi hai fatto apprendere! Grazie di Cuore e buona continuazione

 

Mappa_Napoleone_Edo

Ciao Edo! Mi fa molto piacere sentirti così felice ed entusiasta. Complimenti per esserti messo subito al lavoro e aver scelto di affrontare un argomento difficile e lungo!
Vedrai allenandoti in questo modo, inizierai l’anno prossimo con una marcia in più!

Ecco i miei Suggerimenti 20/80:

-Ho creato per te una seconda mappa riguardante le guerre (e non solo) di Napoleone poichè si trattava di un ramo molto ampio, quindi ho lasciato solo il ramo principale “attività belliche” nella prima mappa “Napoleone”, di modo che richiami il concetto che è poi stato approfondito in una nuova mappa. In questo modo dovresti essere facilitato nella comprensione della struttura della mappa e successivamente nella memorizzazione della stessa. Sappi che l’ho rinominato “attività belliche” poichè alcune sono guerre mentre altre conquiste o invasioni.

 

Completa questa mappa con gli avvenimenti più importanti non ancora inseriti, seguendo la struttura dei rami già presenti.

Mappa_Napoleone_Matteo

-Come vedrai ho riorganizzato la gerarchia delle informazioni in modo da rendere la mappa ancora più funzionale e chiara, aggiungendo alcuni rami genitori: ad esempio “detestato” e “accettato” non avrebbero potuto essere rami genitori, poichè non hanno la stessa importanza ad esempio di “guerre”. D’ora in poi puoi utilizzare questa struttura come modello di riferimento, apportando modifiche a seconda del tema trattato;

-Per ottenere il massimo dell’efficacia, scrivi sempre solo 1 o al massimo 2/3 parole chiave per ramo e non frasi intere. Utilizza verbi, sostantivi e aggettivi e invece elimina articoli/preposizioni (semplici e articolate), perchè sono più difficili da memorizzare e poco funzionali sulla mappa (renderai poi il discorso completo e fluido nell’esposizione);

-Nota bene le parole chiave in grassetto e le domande ai margini (e trasformale in parole chaive da inserire nella mappa), perchè rappresentano gli aspetti più importanti e quel 20% di domande che l’insegnante chiederà l’80% delle volte;

-Inserisci le immagini (dopo averla completata con le parole chiave mancanti) perchè come ben sai “un’immagine vale più di mille parole” e nelle mappe mentali le immagini sono un aspetto fondamentale per renderle belle, creative e facili da memorizzare;

Conta sempre su di Noi!!Buon proseguimento di vacanze 🙂

Matteo

Potresti essere interessato a…