Chiamaci800 642 081
  • 0
    Il carrello è vuoto

Come Memorizzare i Verbi Velocemente

Ciao Matteo, sono Graziella e ti seguo costantemente sul tuo portale. Ti invio i verbi che mia figlia Nicole dovrebbe memorizzare, puoi mandarmi un sistema per aiutarla? Ti ringrazio.

Ciao Graziella e grazie per la tua domanda.
Mi rendo conto che i verbi sono impegnativi per tutti, in più, il metodo che abbiamo sempre usato è superato, quello della ripetizione, non aiuta.

Il trucco è quello di individuare subito la prima persona. Mi spiego meglio.
Il passaggio che blocca di più e crea agitazione è quando ci chiedono a bruciapelo “dimmi il trapassato prossimo indicativo” del verbo “X”. In quel momento pensiamo a tutte le forme senza individuare quella giusta.

Conoscendo la prima persona invece le altre vengono fuori per intuizione logica. Il mio suggerimento per Nicole, dal momento che la memoria funziona per associazioni di immagini, è quello di creare immagini per ogni modo e tempo. Per “l’Indicativo presente verbo essere” immagino che con “l’indice indico (indicativo) un regalo (presente) con dentro un essere disgustoso (verbo essere)”. Questa è l’immagine per il modo, il tempo e il verbo.

A questo punto, Nicole può creare un’immagine per la prima persona di quel tempo, in questo caso “io sono”. Il suono “sono” mi richiama l’immagine di un “sonnifero” oppure un “sonaglio”.
A questo punto le associamo tra loro con la tecnica del P.A.V. (PARADOSSO, AZIONE e VIVIDO).

Per memorizzare l’indicativo presente del verbo essere si potrebbe immaginare che un indice indichi un regalo con un essere talmente disgustoso che gli dai un sonnifero.
A questo punto, puoi partire coniugando tutte le altre persone con sicurezza. Se fosse ad esempio l’indicativo trapassato prossimo del verbo “avere” si potrebbe immaginare che indichi (indicativo) un morto che dice “avanti il prossimo” (trapassato prossimo) che nella bara si è portato tutti i suoi averi (verbo avere).
Così la mente di Nicole avrà un’immagine precisa per il modo e il tempo e tutto le risulterà più facile sia nella fase di memorizzazione che esposizione.
Conviene di fatto creare tante piccole immagini… per l’indice (immagine 1) che poi lo osservi e vedi che indica un morto (immagine 2)… e poi il morto dice avanti il prossimo (immagine 3)… e nella bara ha tutti i suoi averi (immagine 4)…
Così Nicole avrà in mente un unico microfilmato di 1 secondo e appena sentirà “dimmi l’indicativo presente del verbo avere” dovrà avere in mente l’immagine che ha creato precedentemente e che prende forma nell’istante in cui la maestra le fa la domanda.

Inoltre, in questo modo si sentirà molto più sicura. Per la prima persona “io avevo avuto”, ad esempio, può pensare ad una persona che prega e dice “Ave…” (avevo) e ci dà un voto (per l’assonanza con avuto). Adesso le associ con P.A.V. e il gioco è fatto.

Alcuni suggerimenti importanti per Nicole:

– Conviene applicare la stessa procedura per tutti gli altri tempi e modi.
– Deve imparare bene i verbi “essere e avere” perché dopo le 3 coniugazioni dei verbi diventano molto più semplici e se li conosci, più che memorizzare gli altri con la ripetizione come fanno tutti, impiegando pomeriggi, Nicole sarà in grado di ricavarli.
– Per migliorare l’esposizione alla cattedra deve immaginare di essere davanti alla cattedra e in quest’ottica potrebbe anche filmarsi.
Poi, osservando il filmato e conoscendo la sua maestra che voto si darebbe? A questo punto dove si può intervenire per migliorare ancora?

Prima di lasciarti ti consiglio di dare un’occhiata al MemoCamp Digital che sicuramente può essere un valido aiuto per la tua Nicole.

Potresti essere interessato a…

libri metodo di studio

Gift Top Student

51,70 43,96

MemoKid Camp

Acconto: 1.000,00 IVA inclusa