Chiamaci800 642 081
  • 0
    Il carrello è vuoto

Il primo giorno di scuola: lascia la mediocrità agli altri

Nel triathlon, soprattutto nell’Ironman che è la formula più estrema (3,8 km a nuoto, 180 km in bici e 42 km di corsa), si dice che non vinci la gara nella prima. Piuttosto, quella è la fase dove la puoi perdere.
Infatti, dopo si susseguono il ciclismo e poi la corsa e, quindi, se non è andato bene il nuoto qualcosa si riesce a recuperare.

Ma allora perché si dice che la puoi perdere in quella fase? Perché la fase iniziale è di cruciale importanza. A volte il pensiero che penalizza è: “Poi recupero in bici”.
Poi si fa del proprio meglio sia nella bici che nella corsa, si taglia il traguardo e ci si rende conto che per pochi secondi avremmo potuto essere molte posizioni più avanti oppure addirittura aver mancato il podio o la prima posizione… dopo oltre 10 ore di gara i concorrenti sono distaccati di pochi secondi. E lì che entrano in gioco quei secondi persi all’inizio.

partenza_ironman

Ti dico tutto questo con cognizione di causa, ma soprattutto te lo dico per trasportare quest’esempio nella scuola.
Il primo giorno è fondamentale! Evita di pensare “tanto sono i primi giorni”, “tanto non interrogano” perché se parti così sarai in rincorsa e in affanno tutto l’anno.
Ecco, quindi, le cose fondamentali da fare assolutamente per fare la differenza durante tutto l’anno. Partire da vincente:

  1. se hai dei professori nuovi in classe abbi il comportamento migliore possibile per farti notare in positivo (sii puntuale, mantieni una postura attenta, prendi appunti con le mappe, se qualcosa non ti è chiaro fai domande pertinenti che dimostrano interesse e attenzione)
  2. dopo che in classe hai fatto le mappe, il primo giorno di scuola torna a casa e studia memorizzando le materie che hai affrontato al mattino alternando la più impegnativa con quella più facile e ripetendo questa sequenza fino a che non le hai fatte tutte
  3. fatti bene il programma e, soprattutto, i primi giorni quando c’è ancora l’orario provvisorio delle lezioni gestisciti al meglio: organizza il tuo tempo a casa pianificandolo con le stesse materie che vengono affrontate al mattino

Molti considerano le prime due settimane di scuola come tempo per ambientarsi: saranno in rincorsa tutto l’anno.
Tu, invece, affronta il primo mese come il mese più importante dove devi dare tutto e vivrai di rendita per tutto l’anno. Ricorda che una gara che si corre d’estate la vinci durante l’inverno, mentre gli altri non si allenano perché fa freddo o perché : “tanto c’è tempo…”.

Dai il meglio di te, applica le tecniche e il risultato sarà una conseguenza.