Chiamaci800 642 081
  • 0
    Il carrello è vuoto

Consigli Mappe Mentali

Ciao Matteo! In allegato trovi le Mappe Mentali che ho preparato. Potresti darmi dei consigli per migliorarmi, per favore? Grazie dell’attenzione!

Ciao Marta!!

Complimenti per aver già creato tutte queste mappe e avercele inviate!!

Ecco i miei suggerimenti 20/80 per fare la differenza e le mappe modificate:

Compiti delle vacanze:
Va molto bene, chiarissima la gerarchia delle informazioni, ottimo l’uso di colori e immagini. Aggiungi per ogni attività la tempistica (quanto tempo stimi che ti serva per portarla a termine), sovradimensionandola come abbiamo visto al MemoCamp, e poi inserendo una somma delle varie tempistiche per ogni materia. Tutto ciò ti servirà per avere una visione d’insieme e creare l’Agenda (puoi scaricare da internet un planning settimanale).

Mappa Compiti estivi 2016

Analisi
Come vedrai ho suddiviso la mappa in due parti, un ramo genitori è sulle funzioni e l’altro sui limiti. In questo modo ho potuto organizzare la gerarchia delle informazioni in modo più immediato e chiaro. Ora potrai completare la mappa aggiungendo informazioni sui rami, definizioni e formule nelle note e aggiungendo le immagini.

Per ricordarti tutte le tipologie di funzioni puoi utilizzare la tecnica dei Loci, creando un breve percorso e associando ad ogni punto del percorso una tipologia, utilizzando PAV.

Mappa Analisi Corretta

Mappe realizzate a mano
Sono tutte molto belle e si nota tutta la tua dedizione e precisione nel crearle. Ottimo l’uso dei colori dei delle parole e dei rami, l’utilizzo delle note, Ecco come renderle ancora più efficaci:

  • Aggiungi le immagini anche sui rami genitori e figli, in modo creativo e originale come hai fatto per le idee centrali;
  • Scrivi le parole più grandi e di un colore che sia chiaramente leggibile (ad es non il giallo) e diverso dal colore del ramo (come hai già fatto quasi sempre) perchè altrimenti non catturano l’attenzione, bensì quest’ultima è catturata dai rami che sono molto spessi (se vedi che ci vuole molto tempo a realizzarli ti conviene farli più sottili);
  • Fai partire i rami figli dalla fine dei rami genitori, perchè staccati così ricordano di più un elenco;
  • I rami disegnali sempre diretti verso l’esterno, come hai fatto quasi sempre, per rendere chiara la gerarchia delle informazioni. Un paio di esempi che vanno verso l’esterno sono questi: Mappa sulla “Concezione Rinascimentale” il ramo “Eudaimonia”. Oppure Mappa sul “Giusnaturalismo” i rami “Morale” e “Politica”, perchè sembrano allo stesso livello di importanza dei loro rami genitori);
  • Scrivi sempre le parole in orizzontale, affinchè siano immediate da leggere: per farlo basta allungare e far girare verso l’esterno i rami che scendono giù in verticale partendo dall’idea centrale e scrivere la parola alla fine del ramo (quella posta in orizzontale);
  • Scrivi sempre una o due parole sul ramo, che siano verbi forti, sostantivi o aggettivi (eliminando articoli/preposizioni, perchè sono più difficili da memorizzare. Naturalmente le aggiungerai poi nell’esposizione);
  • Definizioni e citazioni, inseriscile o nelle note o all’interno di riquadri, come è possibile fare col software;
  • Per memorizzare le date usa la conversione fonetica: ad es. (1)517= lattuga e (1)548= larva. Fai il disegno di queste parole sopra alla data e associa con PAV evento a parola (es.Utopia e lattuga).

D’ora in poi ti consiglio di utilizzare sempre il software perchè tra i molti vantaggi ha la rapidità e la possibilità di apportare modifiche senza dover rifare tutta la mappa.

A presto, e con il piacere di dirti: “goditi il tempo che hai guadagnato”!!

Matteo

Potresti essere interessato a…

libri mappe mentali

Gift Mind Map

207,90 195,39