Chiamaci800 642 081
  • 0
    Il carrello è vuoto

Consigli Mappe Mentali

Ciao Matteo! In allegato trovi le Mappe Mentali che ho preparato. Potresti darmi dei consigli per migliorarmi, per favore? Grazie dell'attenzione! Ciao Marta!! Complimenti per aver già creato tutte queste mappe e avercele inviate!! Ecco i miei suggerimenti 20/80 per fare la differenza e le mappe modificate: Compiti delle vacanze: Va molto bene, chiarissima la gerarchia delle informazioni, ottimo l'uso di colori e immagini. Aggiungi per ogni attività la tempistica (quanto tempo stimi che ti serva per portarla a termine), sovradimensionandola come abbiamo visto al MemoCamp, e poi inserendo una somma delle varie tempistiche per ogni materia. Tutto ciò ti servirà per avere una visione d'insieme e creare l'Agenda (puoi scaricare da internet un planning settimanale). Mappa Compiti estivi 2016 Analisi Come vedrai ho suddiviso la mappa in due parti, un ramo genitori è sulle funzioni e l'altro sui limiti. In questo modo ho potuto organizzare la gerarchia delle informazioni in modo più immediato e chiaro. Ora potrai completare la mappa aggiungendo informazioni sui rami, definizioni e formule nelle note e aggiungendo le immagini. Per ricordarti tutte le tipologie di funzioni puoi utilizzare la tecnica dei Loci, creando un breve percorso e associando ad ogni punto del percorso una tipologia, utilizzando PAV. Mappa Analisi Corretta Mappe realizzate a mano Sono tutte molto belle e si nota tutta la tua dedizione e precisione nel crearle. Ottimo l'uso dei colori dei delle parole e dei rami, l'utilizzo delle note, Ecco come renderle ancora più efficaci: Aggiungi le immagini anche sui rami genitori e figli, in modo creativo e originale come hai fatto per le idee centrali; Scrivi le parole più grandi e di un colore che sia chiaramente leggibile (ad es non il giallo) e diverso dal colore del ramo (come hai già fatto quasi sempre) perchè…

Read More

Consigli Esame di Maturità

Ciao Matteo, hai qualche consiglio su come affrontare l’esame orale di maturità? Grazie per Francesca da Genova Cara Francesca, la differenza fra lo studio efficace e lo studio efficiente è la stessa che passa fra il rullo e la matita per verniciare le pareti di una stanza. Per questo è fondamentale conoscere le tecniche di memoria per potenziare lo studio e fare la differenza nella preparazione e nei risultati, soprattutto agli esami di maturità. Per mettere davvero il turbo alla propria mente e ottenere risultati importanti, non bastano questi semplici accorgimenti, ma è fondamentale acquisire la padronanza delle tecniche di memoria, come la mappe mentali. Ecco 10 punti che posso fare la differenza:  Esci dagli schemi, studia per spiegare: alla base di una strategia di studio efficace ci deve essere un atteggiamento attivo, quello di chi esce dagli schemi e non studia solo per imparare, ma come se dovesse spiegare le informazioni apprese. Parti dalla fine: per ottimizzare la resa del ripasso pre-esame parti dalla fine del testo di studio, leggendo con attenzione l’indice e l’architettura dei capitoli per mettere a fuoco in modo rapido ed efficace i concetti chiave. Anche le domande che spesso si trovano alla fine di ogni capitolo sono importanti, perché aiutano a capire se la tua preparazione copre davvero tutti i temi. Nelle mappe mentali la visione d’insieme: rappresenta in modo grafico l’indice del tuo libro di testo utilizzando la struttura della mappa mentale. Per iniziare a disegnarla identifica un nucleo, o concetto chiave, che abbinerai ad un’immagine per favorire associazioni creative, collocandolo al centro del foglio. Sviluppa poi il fulcro concettuale della mappa attraverso l’inserimento di rami colorati e curvi, associati a parole chiave e organizzati in senso orario.  Raddoppia la velocità con la lettura veloce: grazie alla lettura veloce potrai raddoppiare la velocità…

Read More

Come studiare meglio con il Leggio

Ciao Matteo, durante un tuo video ho visto che utilizzi un leggio per studiare o memorizzare. Ho preso spunto e devo ammettere che è molto utile! Come faccio a mappare ed effettuare la lettura veloce contemporaneamente? Cara Elisabetta, il leggio è uno strumento indispensabile per l'apprendimento: permette di prendere appunti in modo facile e confortevole avendo sempre il libro o il computer davanti agli occhi. Questo strumento, inoltre, apporta vantaggi fondamentali durante lo studio: permettere di mantenere una postura corretta e consente l’uso del computer a casa, a scuola oppure in ufficio, senza sforzare il corpo in posizioni non funzionali alla lettura. Di solito, tengo il leggio leggermente alla destra del computer in modo che, con una lieve rotazione del collo verso destra, possa vedere lo schermo del computer. In questo modo, riesco a effettuare sia la lettura che a mapparne simultaneamente il contenuto, facilitando l'apprendimento veloce. Premetto che l’uso del computer mi consente di non staccare mai lo sguardo dal testo e, utilizzando i comandi rapidi, posso creare una Mappa Mentale con una rapidità incredibile. Ti consiglio di vedere il seguente filmato per ripassare i comandi e poter così utilizzare a pieno le funzioni del software iMM9: https://www.youtube.com/watch?v=79hESOLhylE&list=PLa9_tdGRZAlzr8oRhfwR7GFO6JSq1BH_E&index=5 In abbinamento al leggio, ti consiglio la lettura di "Come leggere un libro al giorno" per massimizzare i risultati dell'apprendimento veloce e potenziare le performances della tua memoria. Tienimi aggiornato su come va. Un abbraccio e a presto.

Read More

Consigli Metodo di studio Dislessia

Ciao Matteo, esiste qualche libro, audiolibro o affini che possa aiutarmi nell’apprendere un metodo di studio per me che sono dislessico? Hai qualche consiglio da darmi? Spero davvero tanto che il tuo corso di tre giorni possa darmi quella marcia in più di cui ho molto bisogno per laurearmi in Ingegneria. Ciao Mattia, la lettura del libro può essere d’aiuto per dare una visione d’insieme e capire quali sono i principi che stanno dietro al metodo. Frequentare un corso dal vivo è un’altra cosa in quanto porterai le tue materie e vedremo come applicare il metodo direttamente a quelle. Venire al corso avendo letto il libro ti permetterà di fare domande mirate. Se una persona venisse senza averlo letto è come se andasse a scuola guida per imparare a guidare la macchina, conoscendo già le tecniche e avendole in parte applicate è come fare un corso di guida sicura dopo aver già preso la patente. Chiaramente dipende da te la scelta. Secondo me è l’approccio più veloce e che porta a risultati più duraturi nel tempo. Inoltre avendo fatto anche io ingegneria so perfettamente di cosa parli e al corso ti trasferirò tutta la mia esperienza. Secondo me tra le varie possibilità il corso è quella più indicata. L’alternativa potrebbe essere l’acquisto del MemoCamp Digital. Questo prodotto è assolutamente valido anche per adulti. Permette di comprendere e imparare ad utilizzare il Metodo di studio e le tecniche di memoria. Inoltre essendo in formato video, potrà essere per te uno strumento più semplice da comprendere e applicare immediatamente alle tue esigenze. Spero di averti aiutato nella tua decisione. Buona giornata Matteo

Read More

Consigli Metodologie Studio Prove Invalsi

Ciao Matteo, si avvicinano le INVALSI, e sono un po’ preoccupata; tu sai dirmi come mi devo comportare durante la prova di italiano e soprattutto quella di matematica? Cara Ylenia, bisogna sempre pensare e agire in modo strategico. Per quanto riguarda la prova di italiano puoi prendere visione del documento qui linkato: invalsi_italiano_2014-2015_terza.pdf Prima di iniziare a leggere il testo, leggi le domande che ti fanno dopo. Il consiglio è di partire sempre dalla fine! https://www.youtube.com/watch?v=m_klO9DRWlU Leggi la domanda e scorrendo velocemente vai a cercare la risposta corretta sul testo. Se puoi allenati con altre prove invalsi degli anni scorsi. Per quanto riguarda la matematica invece leggi prima tutte le domande, e fai subito tutte quelle che riesci a fare molto velocemente senza pensarci più di tanto. Successivamente fai tutte quelle alle quali sai di poter rispondere ma che richiedono un po’ più di tempo. Infine lascia tutte quelle che non sai ma che potresti sapere ragionandoci sopra. Questo perché appena ci rendiamo conto che ci stiamo soffermando su una domanda più del tempo consentito allora scatta in noi il nervosismo, e se vediamo un'altra domanda alla quale non sappiamo rispondere immediatamente molte volte il pensiero è che andrà male. Facendo come ti ho detto invece sei sicura che tutto quello che sapevi fare lo hai fatto bene e non ti resta il dubbio di non avere avuto tempo di leggere delle domande che erano facili e che ti avrebbero potuto dare punti. Spero di averti aiutato, ma non esitare a scrivermi se avessi altre domande. Un caro saluto Matteo

Read More

I vostri pensieri sul MemoCamp

Dall’estate 2015 alla primavera del 2016, quando si è tenuto l’ultimo Camp, sono state raccolte le impressioni espresse dai ragazzi che vi hanno partecipato. I MemoCamp sono un’esperienza che si struttura su sei giorni, rivolta ai bambini dagli 8 ai 13 anni e ai ragazzi dai 14 ai 17 anni. Un periodo in cui i partecipanti si dedicano all’apprendimento di un nuovo metodo di studio, che li aiuti ad incrementare i propri risultati e ad ottenere maggiore sicurezza. Infatti, alternando momenti di esercizio a momenti di svago, la mente è pronta a scoprire nuove tecniche di memoria, così da dimezzare i tempi di studio ed avere più tempo da dedicare a ciò che appassiona. Vediamo insieme i loro più sinceri pensieri. Pensieri Memocamp Leggi altre pubblicazioni su Calaméo

Read More

Metodi Lettura Veloce

Ciao Matteo, entro la fine del mese devo leggere tre libri: due in italiano e uno in tedesco. Sai dirmi un metodo per leggerli ottimizzando al massimo i tempi? Cara Giulia, la cosa che puoi fare è quella di concentrati su tutte le parti che ti rendi conto essere concetti chiave del libro saltando invece tutte le parti discorsive o descrittive. Per esempio se il protagonista arriva in un luogo, il punto chiave è che l’autore arriva in quel luogo. Se dopo l'autore inizia a descrivere particolari di quel luogo e poi scende troppo in profondità descrivendo ad esempio la cucina dove viene preparato il pranzo, la storia che ha quella cucina e chi aveva dipinto i quadri allora su quelle parti puoi scorrere molto velocemente. Puoi utilizzare una simbologia a matita sul bordo della pagina per distinguere le parti discorsive da quelle dove sono i punti chiave. Costruisci contemporaneamente a questa fase la Mappa Mentale della trama del libro. Se per caso scorrendo molto velocemente dovessi saltare una parte importante, stai tranquilla perché se è importante ne parlerà anche più avanti. Se il quadro che è in cucina è un punto chiave della trama sicuramente verrà ripreso più avanti e a quel punto potrai tornare indietro e leggere con più attenzione quella parte. Sappi che in questo modo puoi leggere un libro ogni tre ore! Spero di averti aiutato nel tuo compito, sappimi dire come ti sei trovata con questo metodo. Un caro saluto

Read More

Metti il turbo e potenzia il tuo portafoglio con le Mappe Mentali

Attraverso la mappa mentale, gli investitori hanno compreso al meglio la presentazione effettuata dal fondo d’investimento Threadneedle Investments, andando ad aumentare il ricordo delle informazioni e migliorando così la consapevolezza dei prodotti presentati. La mappa mentale facilita la comprensione andando a creare dei percorsi di memorizzazione oggettivi; i percorsi sono composti da singole parole chiave, colori e immagini che aiutano il fruitore a comprendere a 360° il messaggio comunicato. Al termine della presentazione, Matteo ha potuto approfondire le domande dei presenti in sala, portando esempi di routine quotidiana o lavorativa nell'utilizzo delle mappe mentali e tecniche di memoria. Presso lo stand di Threadneedle, Matteo ha distribuito la mappa mentale firmando autografi e fornendo informazioni ai più curiosi. Per chi non ha potuto prendere parte, ecco una breve galleria d’immagini della presentazione.

Read More