Chiamaci800 642 081
  • 0
    Il carrello è vuoto

Laurearsi dopo i 40 anni é possibile?

L’età non deve essere un fattore limitante per l’apprendimento. Oggi si parla di “Life long learning”, ovvero studiare tutta la vita. L´apprendimento non é più visto come attività da relegare esclusivamente alla fase adolescenziale e giovanile della nostra vita ma puó, anzi deve, essere prolungata oltre ed accompagnarci nell'intero arco della nostra esistenza. La società odierna é mutevole e in continuo cambiamento. Questo comporta l´esigenza di specializzarsi, rinnovarsi e aggiornarsi di continuo per essere competitivo e al passo coi tempi. Varie possono essere le motivazioni che spingono a riprendere gli studi: Per aggiornarsi nel proprio lavoro Perché si ha bisogno di una determinata laurea, certificazione o attestato Per intraprendere una nuova attività lavorativa Per passione nei confronti di un determinata materia Per riprendere un studio precedentemente interrotto Qualsiasi sia il motivo se si è armati di una forte motivazione, di voglia di mettersi in gioco e padronanza delle strategie efficaci di apprendimento si potrà riuscire nell'intento ed avere grosse soddisfazioni. Superati i 40 anni non si è più´ abituati a studiare, a restare concentrati a lungo, a gestire la tensione derivante dagli esami, inoltre bisogna conciliare il tutto con gli impegni relativi a famiglia e a lavoro. Le principali difficoltà nell'affrontare lo studio in età adulta sono riconducibili al tempo limitato a disposizione per lo studio e alle energie mentali spesso carenti, poiché vengono incanalate nelle varie attività durante la giornata da “adulto”. In questa fase della vita è più complicato cercare di concentrarsi mentre i vari pensieri ronzano o aleggiano nella nostra testa rispetto a quando a vent´anni si era spensierati e ci si poteva permettere anche molte distrazioni. Lo studio a 40 anni richiede sicuramente un approccio diverso, non possiamo permetterci distrazioni e bisogna organizzare bene il proprio tempo. Premesso ciò laurearsi in età matura non solo è…

Read More

Ecco le Ragioni per cui tutti i Leader sono dei grandi Lettori

Leaders Are Readers I grandi leader hanno molte abitudini eccezionali - una di queste è sorprendentemente semplice e a portata di tutti: la lettura. Harry S. Truman, celebre presidente degli Stati Uniti d'America (1945-1953), disse: "Non tutti i lettori sono leader, ma tutti i leader sono lettori". Personalmente adoro la lettura di formazioni per due valide ragioni: è un'attività divertente e fornisce un fondamentale aiuto per diventare un leader migliore. Ecco le ragioni per cui tutti i leader sono lettori: La lettura ci eleva al di sopra della nostra situazione attuale: È facile impantanarsi nelle nostre vite quotidiane e la lettura ci permetti di elevarci al di sopra della solita routine, può ispirarci attraverso storie di grandi successi, può fornirci nuove idee. Ci permette di fare un passo indietro e di vedere la foresta, mentre senza, avremmo scorto solo alcuni alberi. Mi piacciono le biografie proprio per questo motivo e di recente ho letto "Open" l'autobiografia di Andre Agassi, Steve Jobs (Italian Edition): La biografia autorizzata del fondatore di Apple e One click. La visione di Jeff Bezos e il futuro di Amazon La lettura moltiplica le nostre esperienze Ognuno ha a disposizione un tempo limitato nell'arco della propria esistenza che va dunque utilizzato con intelligenza e criterio. Costruire qualcosa di valore, in prima persona, richiede tempo ed è in genere qualcosa di impegnativo. Prendiamo ad esempio il progetto di costruire una famiglia: per crescere ed educare un bambino ci vogliono quasi 20 anni e, per metterci alla prova, abbiamo a disposizione solo un numero limitato di bambini, ovvero i nostri figli. Le coppie più longeve potranno aggiungere a questa affermazione che per costruire un matrimonio di successo ci vuole una vita intera. Ancora una volta, non possiamo che constatare che le opportunità di fare pratica sono limitate. Tuttavia la lettura ci dá…

Read More

Consigli su Come Scrivere una Tesi di Laurea

Giungere alla tesi costituisce un momento importante della nostra carriera universitaria: l'obiettivo finale é ormai quasi raggiunto, tocca fare solo l'ultimo sforzo! Si tratta però di uno sprint finale per niente semplice da compiere poiché ci si confronta con un tipo di lavoro del tutto nuovo e molto impegnativo, ovvero scrivere di proprio pugno qualche centinaio di pagine su un determinato argomento. Un tale arduo compito può portare, soprattutto nella fase iniziale, ansia e frustrazione. Molti si bloccano per mesi interi poiché non sanno come affrontare il tutto. Quello che fa piú paura é l'incapacità di organizzare una grossa mole di lavoro alla quale non si é abituati e per questo non si riesce a capire nemmeno da dove cominciare. Il segreto per iniziare bene questo tipo di lavoro é una buona pianificazione!   Prima di iniziare ti ricordo che ho dedicato un intero capitolo alla "Tesi di Laurea" nel mio libro "Professione Studente 30 e Lode". Passi da seguire per la tua Tesi La prima fase é fondamentale poiché deve costituire delle solide fondamenta per la struttura che stiamo per costruire. Si può partire da domande semplici quali ad esempio Cosa voglio fare? una tesi su una chiesa inedita di etá tardomedioevale In che modo voglio fare ciò? attraverso la ricerca di archivio, lo studio delle fonti, lo studio dei materiali, l'analisi dellarchitettura della chiesa, il confronto con altre chiese simili, la comparazione di tutti i dati di cui dispongo e le conclusioni. Perché? Voglio datare precisamente la chiesa, ricostruirne la storia, raccogliere notizie inedite. In questo modo avrai stabilito in linea generale quali sono i punti fondamentali della ricerca che da affrontare. Sapere ciò che vuoi fare ti permetterà di risparmiare molto tempo! Bibliografia Una volta capito quello che vuoi ottenere con il tuo lavoro di tesi cominciamo…

Read More

Mappe per la Scuola: il Metodo per Studiare Facile e Veloce

Cosa fa la differenza tra uno studente frustrato e apparentemente incapace di apprendere e uno brillante che riesce a studiare senza il minimo sforzo a scuola? A questa domanda si possono dare una miriade di risposte, ma forse quella che conta davvero è una sola: il metodo di studio. Migliaia di pagine sono state scritte a riguardo e negli ultimi anni sono stati introdotti concetti molto innovativi sul metodo di studio. Nonostante ciò, ancora oggi insegnanti, genitori ed educatori si ostinano a proporre sistemi di apprendimento che oltre a non adeguarsi a tali scoperte sono da considerare talvolta inattuali. In una situazione simile, le mappe per la scuola possono essere ancora ritenute efficaci come metodo di apprendimento? La risposa è: dipende. Al momento negli istituti scolastici viene imposto principalmente l’utilizzo delle classiche mappe concettuali. Tuttavia, il campo delle mappe per la scuola si è molto rinnovato negli ultimi anni. Sono nati metodi stupefacenti che permettono di creare mappe in maniera molto più creativa e stimolante. Presenteremo il nuovo metodo più avanti e spiegheremo come applicarlo per studiare in maniera facile, veloce e divertente. Prima però, un piccolo approfondimento sulle mappe concettuali è doveroso. Cosa sono le Mappe concettuali? Fin dalle elementari ci hanno insegnato a fare le mappe concettuali, strumento schematico e lineare utilizzato per studiare i più svariati argomenti. Lo scopo di una mappa concettuale è proprio quello di mettere in relazione singoli concetti unendoli insieme all’interno di uno schema razionale e facile da seguire. La mappa concettuale è utile se riesce a organizzare i concetti sulla base delle relazioni che intercorrono tra loro. Questo permette allo studente di disporre di un quadro completo dell’argomento da studiare che viene così riassunto al minimo, utilizzando soltanto i concetti chiave messi in relazione da simboli come riquadri e frecce. Dunque, la…

Read More

Metodo di studio universitario: Ecco quello efficace

In questo articolo voglio fornirti delle preziose linee guida per affrontare al meglio lo studio universitario. Passare dalla scuola all'università costituisce un grosso salto: la mole di lavoro aumenta vertiginosamente, i professori si rivolgono ad una vasta platea di studenti e di certo non possono verificare se ognuno di loro ha compreso oppure no la lezione, per ogni esame universitario bisogna memorizzare centinaia o addirittura migliaia di pagine, spesso piene di date, parole e informazioni complesse. Tutto questo può risultare piuttosto avvilente se non si possiede il metodo giusto. L'università oltre che qualcosa di molto impegnativo é una nostra libera scelta che, se affrontata nel modo giusto, può diventare il gradino che ci permetterà di trovare il nostro lavoro dei sogni. Sarà il luogo in cui affronteremo materie per noi interessanti, seguiremo lezioni di docenti preparati e degni della nostra ammirazione, entreremo in contatto con altri studenti che hanno progetti e interessi simili ai nostri. Tutto ciò mi sembra un ottima premessa, per cui voglio fornirti le linee guida che ti serviranno a crearti un valido metodo di studio universitario affinché il tuo percorso accademico possa essere stimolante, gratificante e vincente senza che però tu debba sacrificare tutto il tuo tempo libero per lo studio. Studiare é importante ma la vera arma vincente é studiare bene. Siamo abituati a pensare che solo studiando 8-10 ore al giorno si possono ottenere ottimi risultati. Beh... sono lieto di smentire questa tesi e dimostrarti, attraverso il mio metodo che con organizzazione e metodo i tempi vengono drasticamente ridotti. Il mio obiettivo é dunque insegnarti a studiare bene di modo che oltre ad ottenere ottimi risultati potrai continuare a coltivare i tuoi interessi ed avere del meritato tempo libero! Lettura Strategica Per fare una buona lettura parti dalla fine! Quello che ho appena detto…

Read More

Come studiare bene e meno

Come studiare bene e ricordare di più sembra la chimera irraggiungibile di studenti e studentesse di ogni età. Eppure c’è chi ce l’ha fatta. Un esame o un’interrogazione possono gettare nel panico anche gli studenti più brillanti.  Per affrontarli al meglio, una solida preparazione di base rappresenta un indubbio vantaggio. Ma come si fa a studiare bene e velocemente? Ecco alcune tecniche per memorizzare le informazioni più importanti e presentarsi agli esami senza preoccupazioni. Studiare velocemente non è sinonimo di studiare superficialmente. Al contrario, significa selezionare le informazioni più importanti contenute all'interno di un libro di testo e immagazzinarle al meglio nella nostra memoria. A questo proposito, esistono alcune tecniche specifiche per velocizzare i tempi dedicati allo studio, senza che la qualità di ciò che impariamo ne risenta. Si tratta, in sostanza, di metodi che permettono una maggiore efficienza nello studio, tenendo ben presente la differenza – fondamentale – tra studiare efficacemente e studiare in modo efficiente. Efficacia ed efficienza, infatti, anche se spesso impiegati nel linguaggio comune come sinonimi, sono in realtà due termini separati da una sottile ma sostanziale diversità: l’efficacia è la capacità di raggiungere un obiettivo, l’efficienza è riuscire a farlo impiegando le minori risorse possibili. Applicata allo studio, questa differenza risulta particolarmente chiara: chi studia efficacemente arriverà senza dubbio preparato il giorno dell’esame, ma magari per raggiungere un tale livello di preparazione ha dovuto sudare sui libri giorno e notte per parecchio tempo; chi studia in maniera efficiente, invece, sarà altrettanto ferrato sugli argomenti dell’esame, pur avendo dedicato ai testi molte meno ore. Possibile? La risposta è sì: con i metodi di studio efficaci, ottenere il massimo risultato con il minimo sforzo è un obiettivo alla portata di tutti. Scopriamo allora quali sono queste tecniche e come funzionano. 1. La tecnica della lettura veloce La…

Read More

THE ITALIAN OPEN MEMORY CHAMPIONSHIP FOR THE SEVENTH TIME IN ITALY

For the 7th consecutive year Italy will be the setting of the Open Memory Championship, better known as Italian Open Memory Championship, a mental competition open to Mental Athletes from all over the world. To celebrate the seven edition the format changes from national to international!! Also this year memory competition will involve some of the sacred memory monsters from all over the world. WHEN:  Saturday 16 - Sunday 17 March 2019 WHERE:  Again this year the Italian Memory Championship will be held in Milan. The venue will be the Boga Space in Street Seprio 2, Milan or, just in case the competitors will be more than a specific number and we need a bigger room, the Venue will be the Marriott Hotel (five minutes on foot from Boga Space)   READ THE PROGRAM: Schedule Italian Open 2019 DAY ONE 08:50   Arrival 09:00   Registration 09:15   Welcome 09:30   Names and Faces memorisation (15 Mins) 09:45   Recall (30 Mins) 10:30   Binary Digits memorisation (30 Mins) 11:00   Recall (1 hour) 12:10   LUNCH 13:10   Announcement of Results 13:15   Abstract Images (15 Mins) 13:30   Recall (30 Mins) 14:10   Speed Numbers (Trial One) (5 Mins) 14:15   Recall (15 Mins) 14:45   Results of Trial One 14:55   Speed Numbers (Trial Two) (5 Mins) 15:00   Recall (15 Mins) 15:30   Numbers (30 Mins) 16:00   Recall (1 hour) 17:00   Close (vacate Green Room) DAY TWO 08:50   Arrival 09:00   Opening 09:15   Results from Day One 09:30   Random Words (15 Mins) 09:45   Recall (40 Mins) 10:35   Cards (30 Mins) 11:05   Recall (1 hour) 12:15   LUNCH 13:10   Announcement of Results 13:15   Historic Dates (5 Mins) 13:20   Recall (15 Mins) 13:50   Setup for Spoken Numbers -  Test sound 14:00   Spoken Numbers 100 digits 14:05   Recall (5 Mins) 14:20   Annoucement of results trial one 14:25   Spoken Numbers 470 digits 14:33   Recall (25 Mins) 15:15   Announcement of Results 15:20  …

Read More

2019: SETTIMA EDIZIONE DEL CAMPIONATO ITALIANO DI MEMORIA

Approda per la settima volta in Italia l’Italian Open Memory Championship ovvero il Campionato Italiano di Memoria aperto anche ai Mental Athletes di tutto il mondo. Anche per la settima edizione dell'Italian Open Memory Championship, si manterrà il formato Internazionale. Questo comporta lo svolgimento del campionato su 2 giorni e le discipline con i tempi del formato internazionale. Anche quest’anno ci sarà modo di vedere i mostri sacri della memoria provenienti da tutto il mondo. QUANDO? Sabato 16  e Domenica 17 Marzo 2019 DOVE? Anche quest'anno la sede del Campionato sarà a Milano. La sede sarà o il Boga Space in Via Seprio 2 o, in caso i concorrenti dovessero superare un certo numero il Marriott Hotel in Via Giorgio Washington, 66 che sono a pochi minuti a piedi l’una dall’altra.   LEGGI IL PROGRAMMA : Campionato Italiano Open 2019 PRIMO GIORNO 08:50   Arrivo 09:00   Registrazioni 09:15   Apertura del Campionato 09:30   Memorizzazione Disciplina Nomi & Visi (15 Minuti) 09:45   Ricostruzione (30 Minuti) 10:30   Binary Digits memorisation (30 Minuti) 11:00   Ricostruzione (1 ora) 12:10   PRANZO 13:10   Esposizione dei risultati 13:15   Disciplina Immagini Astratte (15 Minuti) 13:30   Ricostruzione (30 Minuti) 14:10   Disciplina Speed Numbers (Prova Uno) (5 Minuti) 14:15   Ricostruzione (15 Minuti) 14:45   Risultati Prova Uno 14:55   Disciplina Speed Numbers (Prova Due) (5 Minuti) 15:00   Ricostruzione (15 Minuti) 15:30   Disciplina Numeri (30 Minuti) 16:00   Ricostruzione (1 ora) 17:00   Chiusura (uscita dalla sala) SECONDO GIORNO 08:50   Arrivo dei concorrenti 09:00   Apertura porte 09:15   Esposizione risultati primo giorno 09:30   Disciplina Random Words (15 Minuti) 09:45   Ricostruzione (40 Minuti) 10:35   Disciplina Carte (30 Minuti) 11:05   Richiamo (1 ora) 12:15   PRANZO 13:10   Esposizione dei risultati 13:15   Disciplina Date Storiche (5 Minuti) 13:20   Ricostruzione…

Read More