Chiamaci800 642 081
  • 0
    Il carrello è vuoto

Il bilinguismo fa bene alla salute: chi parla due lingue invecchia meglio

Il bilinguismo fa bene al cervello e alla salute. Secondo studi dell’Università di Montreal chi sa parlare due lingue è meno soggetto ai rischi dell’invecchiamento cognitivo o della demenza. Questa è la tesi scoperta dal team guidato da Ana Inés Ansaldo. I risultati sono stati pubblicati su Journal of Neurolinguistics.

L’esperimento su un gruppo di anziani

La ricerca ha avuto come protagonisti un gruppo di anziani, divisi tra bilingue e monolingue. A entrambi è stato chiesto di svolgere lo stesso compito. In pratica dovevano focalizzare la loro attenzione sul colore di un oggetto, tralasciando tutte le informazioni su come questo era posizionato nello spazio. Dopodiché i ricercatori hanno analizzato come i due gruppi diversi hanno eseguito il lavoro e soprattutto quante reti neuronali hanno attivato per portarlo a compimento.

I bilingue sono “formiche”, i monolingue “cicale”

I due gruppi si sono comportati come nella favola di Esopo, della “formica” che risparmia e la cicala “spendacciona”. In altre parole, i monolingue hanno sfruttato circuiti celebrali più vasti, attivando sia le regioni del cervello che si occupano di decodificare le informazioni visive, sia quelle che supportano le funzioni motorie, la parte frontale e posteriore del cervello. Discorso opposto per i bilingue che sono andati al risparmio, usando solo alcune aree, quelle poste nella zona posteriore, che hanno il compito specifico di processare le informazioni visive. I bilingue nella loro attività hanno dimostrato la capacità di risparmiare energie preziose e questo, secondo gli studiosi è la base per capire perché invecchiano meglio.

bilinguismo

Perché essere bilingue conviene

Secondo l’indagine non è un caso se i bilingue riescono a gestire meglio risorse ed energie mentali. Passando da una lingua all’altra con naturalezza hanno infatti imparato a concentrare la loro mente solo sulle informazioni di cui hanno bisogno, ignorando le altre che non sono loro utili, come spiega Ansaldo: «I bilingue sono diventati esperti nella selezione delle informazioni pertinenti e sanno non tenere in conto quelle che possono distrarli dall’obiettivo».

Ed è proprio la capacità di usare solo le aree del cervello di cui necessitano, risparmiandone alte, che allontana i rischi di invecchiamento cognitivo o demenza: «Abbiamo osservato che il bilinguismo ha un impatto concreto sulle funzioni del cervello e sull’invecchiamento cognitivo. Ora vogliamo focalizzare i nostri studi su come questa scoperta si traduce nella vita di tutti i giorni», spiega Ansaldo.

Se sei tra quelli che hanno sempre desiderato imparare l’inglese con i metodi tradizionali e non sono mai riusciti a parlarlo veramente, il videocorso Memoenglish è il primo videocorso di inglese che te lo spiega con le tecniche di memoria. Qui puoi vedere il video di presentazione.

Potresti essere interessato a…

videocorso memo english

Videocorso Memo English

218,00 188,00